Intervento sul problema OGM a Venezia PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 02 Agosto 2004 01:00

La delibera adottata dalla Giunta Comunale di Venezia che dichiara il territorio veneziano "OGM Free" è un grande passo avanti per tutti i consumatori nell’ambito della sicurezza agroalimentare. Un plauso va dato agli assessori che hanno proposto tale documento malgrado il giudizio non propriamente positivo su tale iniziativa dato dal Sindaco Costa.

Numerosi comuni, province e regioni si sono dichiarati "OGM Free" grazie all’impegno della Col diretti e di varie realtà associative fra le quali VAS.

La nostra associazione ha intrapreso da tempo un lungo percorso fatto di incontri e di discussioni con il mondo agricolo, politico e associativo, arrivando, nel marzo 2004, a creare con la Coldiretti Veneto e la Coop la "Coalizione OGM Free del Veneto".

La nostra Coalizione non si è battuta contro qualcuno, bensì per affermare qualcosa. Qualcosa di tanto importante come solo la sovranità alimentare può essere. Qualcosa di tanto importante come il diritto di praticare un modello di sviluppo agricolo fondato sulla sostenibilità delle produzioni, sul legame imprescindibile con il territorio e le sue risorse.

La condivisone di una politica chiara sulla sicurezza agroalimentare è stata la base di questa alleanza che rappresentava un forte momento di confronto e di incontro, per far valere l’interesse delle comunità locali in una logica di partecipazione, realizzando una serie molteplice di obiettivi:

la tutela dell’identità geografica dei prodotti agricoli contro il rischio di spostamento dalle tradizionali aree geografiche di produzione;

la promozione di standard di sicurezza ambientale e sanitaria attraverso l’esclusione di livelli di contaminazione legati a soglie di inquinamento genetico tollerato;

la vigilanza sulle modalità di informazione in favore di scelte di acquisto informate e consapevoli;

la promozione di un sistema obbligatorio di rintracciabilità per verificare le tecnologie di produzione a partire dall’impiego di sementi;

l’applicazione di un programma di valorizzazione di risorse genetiche locali appartenenti a tradizionali varietà;

la realizzazione di un sistema adeguato, coordinato ed efficiente di controlli sulle sementi di importazione a livello doganale e sanitario;

la dichiarazione "OGM Free" di comuni e province venete.

Con questa delibera, anche il Comune di Venezia va nella direzione della difesa del consumatore e della promozione di una alimentazione sicura e libera dal trasgenico.

 

Giannandrea Mencini

Consigliere Nazionale Ass. VAS (Verdi Ambiente e Società)

Ultimo aggiornamento Giovedì 06 Dicembre 2007 09:55