Le Associazioni scrivono all'Onorevole Mussi Stampa
Scritto da Administrator   
Mercoledì 31 Gennaio 2007 00:00
Egr. Ministro dell’ Università e Ricerca
on. Fabio Mussi
Piazzale Kennedy 20
00144 Roma

Le sottoscritte Associazioni ambientaliste da sempre attive nella salvaguardia di Venezia e della sua laguna dopo la delusione vissuta con l’approvazione da parte del Governo della prosecuzione degli interventi alle bocche di porto con il progetto Mo.S.E. guardano con apprensione allo svolgersi del “che fare” da parte degli organi deputati.
Gli effetti diretti e indiretti di quegli interventi alle bocche, che già si dimostrano disastrosi, le annose questioni legate al riequilibrio lagunare con studi, ricerche ed interventi mirati che devono poter finalmente rimuovere le cause che ne producono il degrado, la presenza di interessi venali e di parte che troppo spesso oscurano e condizionano le scelte del sapere, impongono un’azione chiara, articolata e decisa che pur a valle di una scelta che ribadiamo errata, non deve poter abdicare alla tutela di questo meraviglioso ecosistema da mantenere e rendere compatibile anche per le future generazioni.
E in tale contesto riteniamo auspicabile che non vadano escluse a priori correzioni di percorso alle bocche di porto rese possibili e necessarie dall’evolversi delle conoscenze umane, non ultime le conseguenze dell’allarme consapevole sul cambiamento climatico che la comunità scientifica pone ai governi del mondo.
In un deliberato del Comitatone del 22 novembre u.s. il Suo ministero è indicato come quello che rivestirà un ruolo molto importante nel capitolo della salvaguardia; conoscendo la Sua sensibilità per i temi trattati noi vogliamo sperare che la Sua azione in laguna dia un segnale visibile di discontinuità e in un quadro di rigore etico scientifico, anche organizzativo, sia volta a far emergere ed a cogliere opportunità artatamente ignorate.
Noi continueremo a perseguire un’attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica seguendo principi e valori non mercenari, trasparenti e ispirati all’inalienabilità del bene comune, convinti che anche in questo territorio si possa sperimentare quella sfida della riforma dello sviluppo a cui il mondo intero deve tendere.
Nell’augurarLe un proficuo lavoro le sottoscritte Associazioni sono disponibili ad un incontro sul tema della salvaguardia in data e luogo da Lei ritenuti più opportuni.

Distintamente,

SINISTRA ECOLOGISTA

ITALIA NOSTRA

LIPU

VAS

WWF


Venezia, 31 gennaio 2007