Libri rossi della collana OCCHI APERTI SU VENEZIA: presentazione il giorno 11 gennaio 2012 PDF Stampa E-mail
Scritto da Giannandrea   
Giovedì 22 Dicembre 2011 13:55

Presentazione 11 gennaio 2012, ore 18 Casinò di Venezia a cura della libreria Toletta.

Libri rossi della collana OCCHI APERTI SU VENEZIA verranno presentati da Edoardo Salzano alla presenza degli autori.

I temi cui si riferiscono gli otto libriccini rossi sono raggruppabili in due grandi questioni:

Lo sfruttamento finanziario degli spazi fisici della città, attraverso operazioni immobiliari finalizzate all’incremento e alla privatizzazione della rendita urbana: operazioni urbanistiche e infrastrutturali come quelle illustrate nei testi Lo scandalo del Lido (di Edoardo Salzano), Tessera City (di Stefano Boato),  Benettown (di Paola Somma) e il Ponte di debole Costituzione (di Nelli-Elena Vanzan Marchin), che provocano degrado dell’ambiente, riduzione della vivibilità, drenaggio di risorse dal pubblico al privato, ecc.

Lo sfruttamento turistico della grande risorsa culturale e d’immagine costituita dalla città, attraverso la promozione di un turismo sguaiato, insensibile ai reali “contenuti” della città, all’unicità e alla modernità del patrimonio che essa costituisce. Un turismo di massa, che non ci si propone di governare ma semplicemente di sfruttare, che degrada la città e la logora, impedendone una fruizione saggia. È a questo secondo tipo di sfruttamento che si riferiscono i testi E le chiamano navi (di Silvio Testa), A che ora chiude Venezia (di Enrico Tantucci), Fermare l’onda (di Giannandrea Mencini), Caro turista (di Paolo Lanapoppi).