Sul palazzo della Biennale rispettare la volont PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 26 Agosto 2004 00:00

Martedì sera con una discussione limpida ma soprattutto democratica la Municipalità del Lido ha chiesto di ritirare la Variante al PRG che prevede di realizzare il nuovo Palazzo del Cinema sull’area verde dei giardini del Casinò.

Un parere significativo e con numerosa partecipazione "dal basso" della cittadinanza del Lido, a questa decisione importante, a fronte di molte ed evidenti forzature politiche nel passato prossimo di questa vicenda così controversa: gli appelli inascoltati delle associazioni ambientaliste, la Variante licenziata in fretta e furia dalla Giunta Comunale, il Parere favorevole del Commissario Straordinario del Lido a 15 giorni dalle elezioni della nuova Municipalità, ma soprattutto, alla base delle controversie, il bando indetto dalla Biennale che prevede inequivocabilmente, in un’area destinata dall’attuale PRG a verde pubblico, un nuovo Palazzo del Cinema dentro il perimetro dell’area dei giardini del Casinò.

Della volontà della Municipalità del Lido, espressa con parere unanime (di questi tempi non è cosa da poco) , che chiede di realizzare un’ampliamento degli spazi espositivi della Biennale senza sacrificare aree verdi ci si augura il Comune di Venezia, ne terrà debitamente conto perché a nostro avviso è la scelta più logica non solo per le associazioni ambientaliste ma per tutta la cittadinanza del Lido.

Ricordiamo che questa era esattamente la posizione dell’appello lanciato circa 4 mesi fa da WWF, Ecoistituto, Italia Nostra, LIPU, Estuario Nostro, VAS e altre ONG e su cui le associazioni hanno raccolto più di 2000 firme di cittadini, soprattutto anche di ragazzi e bambini, che giustamente non vogliono vedere abbattuti alberi in un Lido sempre più urbanizzato e sempre meno verde.

Pertanto ribadiamo il nostro si a nuovi spazi per la Biennale ma anche si, e con la massima decisione, al mantenimento delle aree verdi esistenti.

In questo senso chiediamo al Comune di recepire al più presto questa decisione ritirando una Variante al PRG partita decisamente col piede, anzi ci sia consentito, "con il Palazzo sbagliato", per cercare la soluzione migliore nel più breve tempo possibile che soddisfi la Biennale e la maggioranza dei cittadini del Lido di cui è espressione il Parlamentino Lidense.

 

Venezia 26 agosto 2004

 

Paolo Perlasca - WWF Venezia e Alto Adriatico

Orazio Alberti - VAS Circolo di Venezia

Federico Antinori – LIPU Venezia

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 06 Dicembre 2007 09:54